Carlo Ancelotti: “Bisogna esser preoccupati per fare meglio! Milik-Mertens, che intesa!”

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, dopo il ko contro il Wolfsburg è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Dobbiamo essere preoccupati perché la preoccupazione fa dare di più. Ero preoccupato dopo il Liverpool e questo ci ha permesso di far bene contro il Borussia Dortmund. L’aspetto psicologico è importante, oggi è stata una brutta partita. Abbiamo toccato meglio il pallone dal punto di vista tecnico-tattico, ma siamo andati peggio in difesa. Facciamo fatica a pressare alti, non abbiamo i giusti tempi, in questo momento è meglio abbassare la linea come fatto col Dortmund. E’ un processo che seguiremo, andremo avanti, ma ora bisogna avere un atteggiamento meno alto per avere vantaggi. Nel gioco e nel possesso serve più qualità. Sicuramente a livello difensivo abbiamo sofferto molto di più oggi. E’ stato un problema soprattutto di equilibrio”. Sul centrocampo Fabian-Hamsik-Zielinski: “Immagino un Napoli concreto, propositivo, tecnico e aggressivo. Oggi c’era molta qualità in mediana, infatti il possesso è migliorato ma è peggiorato l’aspetto difensivo. Dobbiamo migliorare le cose”. Cosa le è piaciuto nel precampionato e cosa no? “Mi è piaciuto l’atteggiamento del gruppo negli allenamenti, è un gruppo molto serio e sano. Non mi sono piaciute queste due partite. E’ stata una preparazione lunga, ci siamo preparati bene dal punto di vista fisico. Certi cambiamenti tattici dobbiamo ancora oliarli, riprovando e riprovando ancora”. Su Milik e Mertens: “La mia intenzione non è di far giocare Mertens come ala, ma vicino a Milik. Hanno combinato bene, è una soluzione offensiva importante. Sono giocatori di qualità e ci possono dare una gran mano”. Cosa si aspetta Ancelotti da questa stagione? “Si comincia per fare il massimo e dal mio punto di vista per dare il mio contributo e la mia esperienza per far sì che questo gruppo esprima le sue qualità che sono tante. Sono felice che inizi il campionato, ora si inizia a fare sul serio”.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.