Napoli-Sassuolo 1-1, le pagelle: Insigne ed Hamsik i migliori, Gabbia delude ancora. Difesa bucata da Defrel nel finale

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Premium Sport e in Press Conference dopo il pareggio col Sassuolo. Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”: “Cosa è mancato? Si continua a fare prestazioni di alto livello e i risultati non corrispondono alla prestazione, abbiamo avuto il dominio assoluto, alla fine pochissimo abbiamo concesso e ci è mancata una vittoria che era palese. Abbiamo il problema di andare a chiudere le partite, quel poco che concediamo gli avversari lo capitalizzano subito. E’ mancata un po’ di rabbia e di detereminazione nell’andare a chiudere la partita. E’ un momento sfortunato, un momento in cui gli episodi non ci sono favorevoli. Con un pizzico in più di voglia di andarla a chiudere probabilmente sarebbe andata im modo diverso. La squadra sta creando tanto, abbiamo fatto momenti di partita belli rabbiosi e altri in cui quasi ci compiaciamo senza affondare il colpo, su questo si deve lavorare, sul resto è più difficile. Sembra quasi una squadra non matura dal punto di vista della mentalità, una squadra ancora adolescente. Albiol? Viene da due mesi di inattività per infortunio, ha fatto una gara 4 giorni fa e abbiamo deciso di fargli fare qualche giorno di lavoro intenso senza sottoporlo a un tour di gare ravvicinate in cui non può essere al massimo della condizione. Gabbiadini? E’ entrato Mertens perchè la partita ci proponeva più spazi e Mertens in questo è bravo, era un cambio dettato dal momento della partita. La partita era in mano nostra, la sensazione che c’erano margini per chiuderla era ampia. E’ abbastanza casuale che concediamo pochissimo e quel poco che concediamo prendiamo gol, la partita andava chiusa. Insigne tornato al top? Le prestazioni sono più che positive di tutta la squadra he ha dimostrato una qualità non comune, a tratti la gara è stata di grandissimo livello. Se si guarda la prestazione, sono soddsifatto, ma stiamo dominando le partite senza riuscire a chiuderle. Perchè Maksimovic e Rog trovano così poco spazio in rapporto alle tante gare che ci sono state e all’investimento fatto? Maksimovic ha fatto varie partite in un lasso di tempo breve, la sesazione è che Koulibaly necessiti di un compagno di che possa giudarlo, Maksimovic è qui da poco tempo, non è ancora completamente padrone dei nostri movimenti difensivi, mentre Chiriches è da noi da un anno ed è diventato di buon livello nelle letture difensive. Per Rog il discorso è diverso, viene da un’altra cultura, è arrivato senza sapere uan parola di italiano, lo ritengo quasi pronto, se avessimo avuto in mano il risultato di 2-0 l’avrei fatto entrare a gara in corso”.

PAGELLE :

Reina 4,5 – Partita senza grande lavoro. Non  fa altro che guardare il pallone sulla traversa di Missiroli e la conclusione volante di Defrel.

Hysaj 5,5 – Sbaglia in occasione del gol, non chiudendo su Defrel anche se aveva un altro avversario alle spalle. Per il resto non ha demeritato, chiudendo più volte situazioni potenzialmente pericolose.

Chiriches 5,5 – Macchia una bella prestazione, perdendosi Defrel in collaborazione con Hysaj alle sue spalle. Fino a quel momento aveva concesso poco o nulla, giocando 97 palloni in impostazione (più di lui solo Jorginho ed Hamsik).

Koulibaly 6 – Annulla Matri con diverse interventi in anticipo puliti sul pallone. In occasione del gol si allarga anche lui troppo, andando fuori posizione senza stringere con Hysaj e Chiriches.

Strinic 6 – Inizia piuttosto timido, soffrendo in fase difensiva. Meglio nella ripresa, quando il Napoli conquista il predominio territoriale e spinge facendo buone scelte.

Allan 6 – Grande intensità, esaltandosi nella lotta, ma non senza errori quando si tratta di vedere il compagno. Si dimentica l’inserimento di Missiroli in occasione della traversa.

Jorginho 6 – Torna titolare ed il fulcro del gioco, terminando il match con 139 palloni giocati, senza però strafare soprattutto nel primo tempo quando c’è grande pressione dei neroverdi. (dal 77′ Diawara sv)

Hamsik 7 – Partita d’alto livello. Straordinaria la sventagliata sul gol di Insigne, gioca 95 palloni, lancia a ripetizione gli esterni e dà una grossa mano anche in fase di non possesso.

Callejon 6 – Non sempre è nel vivo del gioco, gioca appena 45 palloni ma senza grossi errori e sempre per la squadra. Allo scadere ha la palla per il gol-vittoria, ma spedisce clamorosamente sul palo.

Gabbiadini 5,5 – Altra prova piuttosto spenta. Un tiro nella ripresa, piuttosto centrale, per il resto tanto movimento senza mai riuscire ad incidere (dal 64′ Mertens 5,5 – Non ha un grande impatto. Rimedia un giallo, che gli farà saltare l’Inter essendo diffidato, e sbaglia un passaggio semplice per mettere in porta Insigne per il 2-0)

Insigne 6,5 – Manda di poco alto un comodo tiro a giro, ma si riscatta a fine primo tempo sbloccando il risultato. Da quel momento sembra sbloccarsi anche mentalmente nelle giocate. Esce nel finale zoppicando (dall’85’ Giaccherini sv)

CNMB :Per noi tifosi,resta l´amaro in bocca,per una partita che avremmo dovuto vincere!!!Ci verrebbe quasi da proporre un “silenzio stampa” come attuato dalla societä nei momenti difficili.Ed invece,eccoci qua,delusi,ma sempre innamorati,coerenti nel sostenere che il Napoli ha un´inversione di tendenza rispetto alle prime battute,un gioco meno fluido,troppi passagi senza avere un punto di riferimento,incapace di imporre,e,spesso,chiudere il risultato.E poi,ogni tiro subito,spesso si subisce gol.Una domanda:ma per vedere un poco Sepe a porta ,bisogna chiedere l´autorizzazione al vescovato?passatemi la battuta…visto che il nostro portiere ha lo stesso cognome del cardinale…

10

 

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.