Ronaldo al Napoli per tre stagioni, ecco il piano di De Laurentiis ed Ancelotti

Le notizie sono due. Le diamo subito, così chi pensa che siamo pazzi, cambia pagina (web) e passa oltre. Reggetevi forte, perché se succede siamo alla riedizione della febbre di Maradona che lascia Barcellona per andare al Napoli. All’epoca chi lo scrisse rischió di essere ricoverato alla neuro per un Tso. Di che cosa parliamo? Cristiano Ronaldo, il Gesù Cristo del pallone in terra, il più forte al mondo, è stanco del Real Madrid e intende cambiare aria. Stanco non vuol dire che rinnega l’amore per i blancos, tutt’altro! Vuole lasciare ora che la storia d’amore con il popolo madridista è al top. Ha vinto tutto quello che c’era da vincere, con la squadra e da solo. Alla presentazione delle nuove camisetas, le nuove divise del Real, guarda caso la sua, la numero 7, quella di CR7, dalla cui vendita sul mercato globale il Real incassa ogni anno tra i 17 e i 20 milioni di dollari, non c’era. Dove potrebbe andare a chiudere la carriera a livelli eccezionali il buon Cristiano? Ecco la notizia: a Napoli. Al Napoli di don Carlos. Cristiano Ronaldo e Carlo Ancelotti sono amici. Un’amicizia che va aldilà del rapporto tecnico/calciatore. C’è poi una grandissima stima che Cristiano nutre per il tecnico del Napoli. La domanda di chi non crede a questa notizia che è ancora riservata e che può anche essere un sogno d’estate è: da dove uscirebbero i soldi per acquistarlo? E soprattutto chi pagherebbe un ingaggio che l’anno scorso era di circa 30milioni di euro? Per l’ingaggio il Napoli non avrebbe problemi. Aurelio De Laurentiis avrebbe più di una azienda disposta a mettere sul piatto milionate di euro. Cristiano Ronaldo è il re Mida del pallone: solo di marketing produce più cento milioni di euro ogni anno. Ed è questa la cifra per il suo cartellino. L’affare si può fare. Aurelio De Laurentiis ci lavora da qualche mese, da quando parlava di un nuovo progetto tecnico con mister Carlo Ancelotti. Dunque la prima notizia potrebbe essere questa: Ronaldo al Napoli per due stagioni, opzione sulla terza. Ingaggio da 35 milioni di euro, parte dell’immagine del campione portoghese già sotto contratto libera. Sembra una idea folle. E forse lo è. Ma chi ricorda l’acquisto di Diego Armando Maradona dal Barcellona sa che nel calcio, e quando si parla di calcio soprattutto a Napoli, l’impossibile è il metro di valutazione di quella che poi diventa realtà. Ahinoi, non solo nel bene. Se avete avuto la pazienza di arrivare a leggere fin quì, significa che un poco ci credete anche voi. Ebbene non è una boutade. Cristiano può, l’anno prossimo, calcare il rettangolo verde del San Paolo. Ovviamente, tra i più pazienti ora vi state chiedendo anche qual è la seconda notizia che vi avevo promesso, giusto? Eccola, anche questa una bella notizia per chi ama il calcio e per chi come la torcida napoletana ha amato ed ama Maurizio Sarri. Se Roman Abramovich, il miliardario russo fresco di cittadinanza israeliana patrón del Chelsea non si sbriga a pagare la clausola rescissoria ed un lauto stipendio subito, perde i servigi futuri del tecnico più esteta al mondo, Sarri per l’appunto, che è da tempo nel mirino dei Blu dopo il defenestramento di Antonio Conte. E che cosa farà Sarri? Lo cerca Florentino Pérez. E allora si potrebbe parlare di tutto con De Laurentiis. I due presidenti sono amici. Florentino è innamorato di Napoli e della passione per il calcio dei napoletani. E ancora va raccontando dell’accoglienza riservata al Real quando qualche mese fa è venuto a Napoli, ha vinto una partita bellissima di Champions ed è uscito tra gli applausi dell’intero stadio. A Londra, dove scommettono su tutto, pure sulle corna future di Carlo d’Inghilterra, i bookmakers scommettono pure su Ronaldo a Napoli.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.